Benvenuti in Vallo Notizie 24

Vallo notizie 24 è il primo blog news che si occupa di notizie di attualità,approfondimenti e curiosità nel territorio del vallo di diano...

Puoi inviarci comunicati stampa, notizie locali ed eventuali approfondimenti al seguente indirizzo info@vallonotizieventiquattro.it Vallo Notizie 24 è un prodotto di proprietà targato Miludasite con Sede a Sala Consilina (SA) e Napoli (NA) - Italy - Note legali Partita IVA IT04676230651

28/09/16

I Sindaci del Vallo di Diano chiedono la modifica dell’atto aziendale dell’ASL


Dodici sindaci su diciannove, in rappresentanza di altrettanti comuni, hanno preso parte ieri pomeriggio alla conferenza dei sindaci del Distretto Sanitario di Sala Consilina, convocata dal sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone, in qualità di Presidente, all’indomani della pubblicazione della bozza dell’atto aziendale dell’Asl Salerno. Oggetto della discussione, durata circa 3 ore, sono stati i punti del documento che lasciano prevedere la possibile soppressione di alcuni servizi ed il declassamento di alcune unità operative dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla. “Chiederemo – ha sottolineato Francesco Cavallone – al Direttore Generale dell’Asl di lasciare in vita il Ser.T. di Sant’Arsenio, che nell’atto aziendale non compare più, e anche di lasciare inalterata l’organizzazione del Sevizio Psichiatrico Diagnosi e Cura che, depotenziato, dovrebbe essere trasferito da Sant’Arsenio a Polla con l’attivazione di 8 posti letto a supporto della rete psichiatrica dell’Asl”. Si è discusso anche del declassamento del reparto di pneumologia e del centro trasfusionale ad unità semplici. “Anche in questo caso – continua Cavallone – la scelta fatta non ci trova affatto d’accordo e ci batteremo affinché si faccia un passo indietro sul declassamento”. L’atto aziendale prevede anche una Unità di cure primarie da attivare nella struttura dell’ex ospedale di Sant’Arsenio. Le Unità di cure primarie (Ucp) sono associazioni di medicina generale nate per fornire assistenza. In particolare ci si può rivoglere alle Ucp per tutte quelle problematiche che vengono classificate come codice bianco, cioè non gravi, come, ad esempio, una ferita superficiale. I sindaci nel documento stilato al termine dell’incontro chiederanno di prevedere l’apertura, oltre a quella di Sant’Arsenio anche di una seconda Unità di cure primarie nell’area sud del Vallo di Diano. – Erminio Cioffi – ondanews

“Suo figlio ha investito una donna, uccidendola”. Truffata 65enne di Polla


La “collaudata” truffa della richiesta di denaro per tirare fuori dai guai il figlio è costata, questa volta, circa 20mila euro a una coppia di anziani di Polla. La tecnica usata è quella già sperimentata in altre occasioni che hanno visto coppie di anziani raggirate da persone disoneste e senza scrupoli. Il truffatore, questa volta, spacciandosi per avvocato, ha telefonato ad una donna di 65 anni di Polla, dicendole che il figlio, residente all’estero, era stato coinvolto in un incidente stradale nel corso del quale aveva investito una donna, uccidendola sul colpo. La polizia, si sa, all’estero non scherza e se la donna non avesse immediatamente pagato la cauzione di 20mila euro, il figlio sarebbe finito immediatamente in carcere. Naturalmente preoccupata, la signora, moglie di un noto professionista in pensione, ha ceduto al ricatto. Dall’altro capo del telefono, il sedicente avvocato avverte la donna che da lì a pochi minuti si sarebbe recato a casa sua un rappresentante dello studio con sede in Italia al quale la donna avrebbe potuto consegnare il denaro occorrente per evitare che il figlio potesse finire in galera. Pochi minuti ed alla porta della donna bussa un uomo vestito elegantemente, senza alcuna inflessione dialettale. La donna raccoglie circa 3mila euro in contanti ed il resto in monili d’oro con la promessa che sia i soldi che i gioielli le sarebbero stati restituiti una volta chiarita la posizione del figlio. Quando si è resa conto del raggiro, era ormai troppo tardi ed alla donna, accompagnata dal marito, non è rimasto altro che sporgere denuncia ai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina. Ancora un “colpo” messo a segno da malviventi senza scrupoli nel Vallo di Diano, quindi, nonostante l’invito, pressante, delle Forze dell’ordine che invitano a segnalare immediatamente qualsiasi situazione sospetta. Per evitare che i cittadini cadano nella rete dei truffatori, infatti, qualche mese fa furono proprio i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina a presentare il “decalogo antitruffa” in un incontro pubblico svoltosi presso la Biblioteca “Don Milani” a Polla, invitando tutti a diffidare delle persone che, a vario titolo, cercano soldi. Nell’occasione venne stilato un elenco di accortezze e azioni da intraprendere in caso di truffa, ma anche di stabilire un contatto ravvicinato con le Forze dell’Ordine invitando a segnalare al 112 persone o azioni sospette. Evidentemente, però, le precauzioni non sono mai troppe se fatti del genere, nonostante la comunicazione incessante delle Forze dell’Ordine, continuano, purtroppo, ancora a verificarsi. – ondanews -

Giovani da tutto il mondo per il campo di volontariato internazionale a Rofrano


Si è concluso il campo di volontariato internazionale R3 (Rural Remake in Rofrano), svoltosi a Rofrano, con la partecipazione di giovani provenienti da Francia, Germania, Giappone, Messico, Polonia e Turchia. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Cilento Youth Union, presieduta da Davide Forte. Il gruppo dei volontari, comprendente anche numerosi giovani cilentani, è stato impegnato in un’attività di manutenzione e miglioramento del sentiero dell’Emmisi, tra i più suggestivi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. In due settimane, sotto il coordinamento di Arianna Di Cianni, vicepresidente di CYU (Cilento Youth Union), i volontari hanno applicato tecniche di lavorazione eco-compatibili volte alla cura del sentiero dell’Emmisi, sperimentando, in forma autentica, lo stile di vita e la cultura mediterranea-cilentana sulla base del lavoro di preparazione e di supporto svolto dal gruppo rofranese responsabile localmente dell’iniziativa, con Toni Viterale, Livio Cataldo e Giovanni Cavallo. Questi ultimi hanno realizzato un orto sociale biologico applicando i principi dell’agricoltura organica e rigenerativa, da cui sono stati attinti i prodotti che il giovane chef Alessandro Domini ha saputo trasformare in piatti semplici e prelibati, coniugando originalità e coerenza con la tradizione inscritta nella Dieta Mediterranea. cilento-youth-unionIl centro cilentano conferma una virtuosa proiezione internazionale, riproponendosi come laboratorio di accoglienza e di integrazione in grado di sperimentare azioni emblematiche fondate sul protagonismo giovanile e dirette alla crescita del territorio. Il Presidente Forte traccia un bilancio lusinghiero: “Ho avuto la fortuna di prendere parte all’International work-camp “Rural Remake in Rofrano” in una duplice veste: organizzatore e allo stesso tempo partecipante. Ho sperimentato sulla mia pelle lo straordinario impatto di queste azioni, in primis sui giovani coinvolti, nonché sui volontari locali e sulla popolazione in generale. Ringraziamo tutti coloro che, cogliendo lo spirito nobile dell’iniziativa, ci hanno creduto, sostenendo e condividendo il nostro impegno, a partire dall’organizzazione Lunaria, splendida realtà del volontariato nazionale”. Cilento Youth Union dopo aver conseguito, da parte dell’Agenzia Nazionale della Gioventù, l’accredito ad inviare all’estero volontari cilentani, nonché a coordinare progetti nell’ambito del Servizio Volontario Europeo, sostenuto dal programma Erasmus Plus, annuncia lo svolgimento di un nuovo Scambio Culturale Internazionale Giovanile “Take P.Art”, avente ad oggetto la Public Art e i Diritti Umani, previsto a Rofrano nella prossima primavera, con giovani provenienti da Grecia, Italia, Macedonia, Romania, Serbia e Spagna. – Paola Federico – ondanews -

26/09/16

Sala Consilina: guida sotto effetto di droghe e provoca un incidente. Denunciata


I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina, agli ordini del Tenente Davide Acquaviva, hanno denunciato una giovane donna del Vallo di Diano per guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’uso di sostanze stupefacenti. La ragazza era alla guida di un’utilitaria lungo una Strada Provinciale di Sala Consilina quando, a causa di una pericolosa manovra, si è scontrata con un motociclo di grossa cilindrata condotto da un 27enne. Dopo l’impatto il motociclista ha perso il controllo del mezzo ed è caduto al suolo riportando fratture e lesioni giudicate guaribili in 30 giorni. I militari hanno quindi ritirato la patente di guida alla giovane che, sottoposta agli esami tossicologici, è risultata positiva a cannabinoidi e cocaina. – Chiara Di Miele – ondanews-