Benvenuti in Vallo Notizie 24

Vallo notizie 24 è il primo blog news che si occupa di notizie di attualità,approfondimenti e curiosità nel territorio del vallo di diano...

Puoi inviarci comunicati stampa, notizie locali ed eventuali approfondimenti al seguente indirizzo info@vallonotizieventiquattro.it Vallo Notizie 24 è un prodotto di proprietà targato Miludasite con Sede a Sala Consilina (SA) e Napoli (NA) - Italy - Note legali Partita IVA IT04676230651

20/10/17

‘Ndrangheta e Vallo di Diano. Ha preso il via il processo “Frontiera”, a giudizio 4 valdianesi

E’ iniziato oggi al Tribunale di Paola, in provincia di Cosenza, il rito ordinario del processo “Frontiera”. Il procedimento prende il nome dall’omonima operazione condotta nel luglio del 2016 dai Carabinieri del ROS in Calabria, Campania, Basilicata e Lombardia, che diedero esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di 58 persone indagate per associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina, usura, illecita concorrenza con violenza e minaccia ed altri delitti.Coinvolte nell’operazione anche quattro persone del Vallo di Diano, Vito Gallo e Cono Gallo, padre e figlio di Sala Consilina, Enzo Casale e Fabrizio Vitale, entrambi di Sala Consilina. L’indagine partì nel settembre del 2014 in seguito all’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo e, proprio con l’Operazione “Frontiera” ha disarticolato uno dei sodalizi ‘ndranghetisti ritenuti maggiormente pericolosi e che da tempo aveva esteso la propria influenza anche nei vicini territori del Vallo di Diano e del Basso Cilento.Nella prima udienza odierna alla sbarra i nomi che contano all’interno di “Frontiera”, tra cui Franco Muto, il 78enne “re del Pesce” reggente del clan di Cetraro che porta il suo cognome. Tra gli altri imputati dinanzi alla corte in composizione collegiale presieduta da Alfredo Cosenza anche Vito e Cono Gallo, difesi dagli avvocati Amodeo e Bruno, Fabrizio Vitale assistito dall’avvocato Erminio Cioffi Squitieri ed Enzo Casale assistito dall’avvocato Zozzaro, tra coloro i quali hanno optato per il rito ordinario. Un’udienza per lo più tecnica, che ha visto la costituzione delle parti in giudizio e l’ammissione delle prove oltre alla calendarizzazione delle prossime udienze. Appuntamento in aula per il 16 novembre. – Chiara Di Miele –ondanews-

19/10/17

Storico avvocato lascia un tesoro in eredità a Montesano. L’opposizione “avverte” la maggioranza: “Serve la massima cura


Quadri, stampe, sculture, orologi, arazzi, icone, oggetti in porcellana e ceramica. Un tesoro, unico. Uno scrigno in una stanza, la stanza o meglio le stanze di Antonio Mazziotti di Celso, noto avvocato deceduto a Napoli il 26 aprile del 2017 e originario del paese. Un tesoro, unico, donato dal noto avvocato al Comune di Montesano sulla Marcellana e accolto – con voto unanime – dal consiglio comunale. Un tesoro da destinare al museo civico di Montesano sulla Marcellana. Ma a distanza di qualche mese da quella donazione è sorto qualche problema. Almeno stando a quanto denunciato dai consiglieri di minoranza, Renivaldo Lagreca e Amanda Cozza. “Vogliamo essere informati sul giorno del prelievo e avere copia dell’inventario dei beni donati prima che avvenga il ritiro. Il ritiro – hanno poi detto i due consiglieri – deve essere assicurato in maniera adeguata. Deve essere un trasferimento adeguato così come lo stoccaggio”. L’opposizione ha presentato questa interrogazione perché “L’ipotesi di danneggiamento dei beni donati alla comunità costituirebbe un danno erariale rilevante per la comunità di Montesano sulla Marcellana”. Dall’Amministrazione comunali rassicurano che tutto verrà fatto con la massima attenzione. “Ci sarà uno controllo gestionale attento, si sta procedendo all’inventario, e il tutto avverrà alla presenza della polizia municipale e di addetti nel numero congruo. Un prezioso regalo per la nostra comunità che sarà curato e tenuto come merita”, ha riferito il sindaco Giuseppe Rinaldi. “Il tutto ovviamente è affidato agli uffici addetti”.-italia2tv-

Farmacia del Distretto Sanitario 72, ufficializzato il trasferimento da Sant’Arsenio a Sala Consilina


Ufficializzato il trasferimento della Farmacia del Distretto Sanitario 72 Sala Consilina-Polla dall’ex Ospedale di Sant’Arsenio a Sala Consilina.La farmacia da lunedì 23 ottobre sarà ospitata nella struttura dell’ex Tribunale di Sala Consilina, che già ospita la sede del Distretto Sanitario 72. A partire da lunedì prossimo la farmacia sarà aperta il lunedì e il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, ed il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00.-italia2tv-

13/10/17

Trasporto pubblico su gomma. Dalla Regione 1 milione e 247mila euro per la Provincia di Salerno


La Provincia di Salerno ha ottenuto dalla Regione Campania un finanziamento di 1 milione e 247mila euro per il trasporto pubblico su gomma sull’intero territorio provinciale, da Sapri a Scafati.“Con questi fondi – ha dichiarato il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora – manteniamo l’impegno che avevamo assunto con i sindaci e gli amministratori locali in favore di un aumento delle risorse a disposizione per la mobilità e di quanti utilizzano ogni giorno i mezzi pubblici di trasporto”.“Questi trasferimenti – spiega Canfora – consentono alla Provincia di Salerno una maggiore disponibilità e certezza delle risorse da impiegare per migliorare la qualità e la quantità del servizio di trasporto pubblico. Un obiettivo importante per la nostra Provincia, raggiunto grazie alla sensibilità del governatore Vincenzo De Luca, del presidente della commissione regionale ai trasporti, Luca Cascone, e all’impegno del consigliere provinciale delegato ai trasporti, Paolo Imparato“.– Chiara Di Miele – ondanews-